MONDO MARCIO: è “UOMO!” il titolo del nuovo album in uscita l’8 marzo. Ad aprile in tour nei più importanti club d’Europa e due date speciali a Roma (10 aprile – Largo Venue) e Milano (18 aprile – Fabrique)!

Anticipato dai singoli “DDR (Dio Del Rap)”, “Vida Loca” e “Leggenda Urbana”

 

UOMO!

 

È IL TITOLO DEL NUOVO ALBUM DI

 

MONDO MARCIO

DISPONIBILE NEI NEGOZI E SU TUTTE LE PIATTAFORME DIGITALI DALL’8 MARZO

 

Anticipato dai singoli “DDR (Dio Del Rap)”, “Vida Loca” e “Leggenda Urbana, è “Uomo!” il titolo del nuovo album di MONDO MARCIO disponibile nei negozi e su tutte le piattaforme digitali dal prossimo 8 marzo!

“Uomo!” è prodotto da nomi internazionali come Swede di 808 Mafia di Miami (production team che annovera al suo interno nomi come Dj Khaled, Jay Z, Future, Gucci Mane), i producer newyorkesi Muzicheart e Fastlife Beats e lo stesso Mondo Marcio e mixato e masterizzato da Marco Zangirolami.

 

«Nell’era dove l’immagine patinata di Photoshop fa da padrona, e dove il numero di like sotto alle nostre foto definisce il nostro stato sociale, “Uomo!” è una celebrazione della natura umana, unica proprio per i suoi difetti – dichiara Mondo Marcio in merito al concept del disco – In “Uomo!” racconto anche la storia e la rivincita di un ragazzino che si è affacciato alla scena musicale quando aveva solo 16 anni e che ora ritorna con un album che meglio di qualsiasi altro racconta la maturazione da ragazzo, appunto, ad uomo».

 

L’album, infatti, rappresenta una vera e propria celebrazione dell’uomo inteso come essere umano, con i suoi limiti e difetti. Un disco intimo e profondo, in cui Mondo Marcio esplora con rime taglienti e beat killer le mille sfaccettature umane, affrontando tematiche originali e diverse da quelle della scena rap attuale. Una voce fuori dal coro per i folli, i diversi e i sognatori.

Già online tre brevi video/documentari che anticipano l’uscita del disco:

 “Origini” (http://radi.al/Origini)

“La Città” (http://radi.al/LaCitta)

Ambizione” (http://radi.al/Ambizione)

 

Mondo Marcio presenterà dal vivo i nuovi brani e i suoi più grandi successi nei più importanti club d’Europa con il “Rap God Tour in partenza il 1 apriledal Razzmatazz di Barcellona. Il tour proseguirà, poi, con i seguenti appuntamenti: 2 aprile a Dublino(Whelan’s), 3 aprile a Londra (93 Feet East), 4 aprilead Amsterdam (Q Factory).

Dopo il tour europeo, Mondo Marcio ritornerà in Italia con due date evento in programma il 10 aprile aRoma (Largo Venue) e il 18 aprile a Milano(Fabrique). Quasi due ore di musica dal vivo con la live band al completo, scenografia mozzafiato e uno show ricco di sorprese!

Inoltre, è possibile ascoltare su Spotify “Mondo Marcio – Greatest”, la playlist creata dall’artista per celebrare e condividere con i suoi fan i 15 anni di carriera (http://radi.al/MondoMarcioGreatest).

Mic Tyson The Division 2 – Le teste di serie e altri dettagli

È online il sito ufficiale di Mic Tyson The Division 2, il format sul freestyle ideato da Nitro e Dj Ms in programma il 17 marzo ai Magazzini Generali di Milano. Su www.mictysonbattle.it si trovano i nomi delle 8 teste di serie, le modalità di partecipazione alla gara di freestyle e tutte le informazioni utili al pubblico per vincere un Vip Pass.
 
Dopo aver fatto registrare sold out nelle prime due edizioni con uno show finale pieno di ospiti e giurati d’eccezione, Mic Tyson rilancia: dalla città di origine di Nitro e Dj Ms, Vicenza, si sposta in quella dove risiedono, Milano, in cui ha sede anche la crew Machete che, insieme a Gold Leaves, produce l’evento con il supporto di Tom Clancy’s The Division 2.
 
LINK UFFICIALI
Instagram.com/mictysonbattle
Facebook.com/mictysonbattle
YouTube: Mic Tyson Battle

Mosè Cov, uno dei talenti più promettenti del rap italianio: online il video di “Male”

ONLINE IL VIDEO DI “MALE”

il primo di una serie di singoli sempre più personali

MOSÈ COV inaugura il 2019 con  “Male” il nuovo brano che inizia  una serie di singoli sempre più personali.

“Male” racconta la fine di una relazione, con una ricerca lessicale e di analisi fuori dal comune che fanno di Mosè COV uno deli artisti emergenti più interessanti della nuova scena urban.

E online il video, realizzato da Andrea Piu e Simone Biagini, che gioca sulla contrapposizione tra passione e sofferenza, alternando immagini calde agli scenari desolati di un lago ghiacciato.

Mosè COV, nome d’arte di Mussie Tesfay, è un rapper e beatmaker della periferia nord di Milano e di origini eritree. Cresciuto nelle case popolari del quartiere Maciachini, si forma nella sua crew di origine, COV, vivendo l’hip hop a contatto anche con artisti di generazioni precedenti la sua.

Testi potenti e sonorità originali fanno di lui una delle nuove promesse del rap italiano capace di creare un rap contemporaneo con produzioni accurate nei dettagli.

Mosè Cov disegna le rime e le fa diventare delle fotografie. La vita del quartiere dove è cresciuto è un tema ricorrente nei suoi testi: ai palazzoni e, soprattutto alla gente che li abita, deve molto per la sua formazione, anche se con l’arte cerca un’evasione, quanto meno mentale

“V Days”: fuori oggi il nuovo EP di Malakay, distribuito da Thaurus & Universal

V Days” è il titolo del nuovo progetto di Malakay, disponibile da oggi su Spotify, Apple Music e digital store, distribuito da Thaurus & Universal Music Italia.

Anticipato da tre singoli rilasciati negli ultimi giorni – “Vorrei”, “Porno & Patatine” e “24h” -, “V Days” è un EP realizzato in cinque giorni da Malakay e il team di creativi che hanno orbitato attorno al progetto. Chiusi in Sardegna in una villa sul mare, i ragazzi hanno riversato nella musica emozioni e sensazioni, senza la pretesa di una ricerca contenutistica esasperata. Il focus principale è infatti l’autenticità, la capacità di creare un legame empatico con l’ascoltatore in maniera naturale, leggera e immediata, tramite un racconto composto da immagini vivide, simili a scatti su pellicola analogica.

“V Days” sembra svilupparsi in una camera da letto, un racconto che rimbalza tra i cuscini del letto e quelli del divano, svogliati davanti alla televisione o incantati a fissare il soffitto. Il rap di Malakay è senza filtri, diretto, racconta una realtà fatta di ragazze senza nome, senza viso, alle quali l’ascoltatore può però attribuire i volti delle ragazze che fanno parte della sua vita. Le nuove atmosfere segnano un cambiamento nelle liriche del rapper sardo, che si allontana dalle tematiche di strada, tornando ad affrontare riflessioni introspettive e personali, dall’impatto immeditato.

Il cambio d’immaginario corrisponde anche ad un cambiamento di sonorità, reso possibile dal lavoro di un team di produttori di caratura assoluta: tre strumentali sono firmate da Pherro, collaboratore e amico di lunga data di Malakay nonché produttore multiplatinato – tra le ultime produzioni, “Scooteroni” per Marracash & Guè Pequeno e “Trapano” per MadMan -, una da Luke Giordano – giovane astro nascente del rap italiano, già presente in Come Uccidere Un Usignolo e 68 di Ernia -; “24h” è invece firmata da Sneccio(nome noto nel mondo dell’EDM) e Raffaele Puglia (tastierista del gruppo raggae internazionale Arawak). Il background solido ma variegato dei producer ha dato vita ad un sentiero musicale dalla rara profondità a ricercatezza, che si allontana dagli stilemi classici del rap e della trap, per abbracciare le tinte melodiche dell’r’n’b. Malakay e il suo team non hanno avuto paura di scommettere e puntare tutto su un sentiero poco battuto in Italia, ma che nel resto del mondo splende grazie a nomi quali 6lackTory Lanez e gli artisti della OVO Sound.

La componente visiva e grafica gioca un ruolo importantissimo nella realizzazione di “V Days”. La direzione artistica è stata affidata a Enrico Rassu, giovane fotografo che vanta un curriculum di tutto rispetto, con collaborazioni internazionali – RauryMajid JordanRuss -, e italiane – Ernia, GiaimeLuchè. Nelle vesti di art director collabora anche Pierframes, artista di base a Londra e fortemente legato all’immaginario della nuova scena r’n’b della capitale inglese (Jvck JamesDC World, Conne Costance e altri artisti legati a major quali Sony e Universal). L’intera lavorazione del progetto – i famigerati 5 giorni del titolo – sono stati immortalati nei video di Enrico Rassu, Stefano Pio e Alessandro Tanca; a loro si è unito – nelle vesti di montatore – Claudio Spanu, videomaker con all’attivo lavori per Asian Fake e Thaurus.

OTHELLOMAN: ​Il rapper palermitano ritorna in grande stile con “Niente a Nessuno”, il nuovo singolo e video!

 

 

 

 

 

Il rapper palermitano Othelloman ritorna in
grande stile con un nuovo singolo e video

Esce oggi “Niente a Nessuno” secondo singolo del
nuovo percorso musicale di Othelloman, online su tutte le principali
piattaforme musicali. La release del brano è accompagnata per l’occasione dalla
pubblicazione del video su Youtube.

Dopo l’uscita del brano “Non fumo Marlboro”,
pubblicato la scorsa estate, “Niente a Nessuno” si
muove anche intorno alle sonorità più attuali della musica trap italiana con un
tocco di sperimentazione tipica dell’artista. Il brano è prodotto da Kuazo, producer dubstep ed EDM di
gran talento, adocchiato da molte etichette italiane, che ha sperimentato con
successo in questo brano sonorità hip hop moderne. Mix, master e produzioni addizionali, sono stati
curati da somtinweird.

 

“Coscienza” è il titolo del nuovo singolo del giovane Nox

 

Coscienza” è il titolo del nuovo singolo di Nox, prodotto da Tony Lattuga(Antonio Maioli) e disponibile su Spotify, digital store e – con video ufficiale – su YouTube.

A quasi quattro anni di distanza da “Rivincita personale”, il suo ultimo EP, il giovane rapper ravennate Nox torna con un nuovo brano, preludio del suo prossimo progetto. Sceglie di farsi affiancare dal producer Tony Lattuga, giovane concittadino nonché produttore fidato di Moder – con il quale Nox condivide palchi da anni in giro per l’Italia.

“Coscienza” è un singolo atipico: non è il classico banger o il pezzo hardcore, ma un viaggio introspettivo nei dubbi di Nox, in difficoltà in una società e in un tempo in cui non si riconosce. La frenesia contemporanea, l’appiattimento della provincia, gli stimoli sempre più scarsi: a vent’anni Nox dipinge un ritratto desolante, nel quale la musica ha il ruolo di ancora di salvataggio.

Sono soltanto realista, descrivo ciò che vedo e ciò che provo, come ho sempre fatto. In questo caso la mia coscienza ha parlato per me. Immagino la vita come un percorso, hai un tempo limite per completarlo, quindi corri finché riesci”: così Nox racconta “Coscienza”, mentre il brano si chiude con scratch di brani iconici, tra i quali spicca la voce di Neffa.

Il video di “Coscienza” è stato realizzato da Leonardo Bedeschi

 

“24h”: Malakay torna con il terzo singolo in una settimana, distribuito da Thaurus & Universal

24h” è il nuovo singolo di Malakay, distribuito da Thaurus & Universal Music Italia, disponibile su Spotify, Apple Music e digital store.

“24h” è la terza release della settimana per Malakay: arriva dopo “Vorrei” e “Porno & patatine”, e rappresenta la chiusura di un ciclo di anteprime che ha preparato il terreno per il nuovo EP del rapper sardo, in uscita prossimamente. Il brano ribadisce ulteriormente il nuovo percorso intrapreso da Malakay, che si fa forte di un’impronta stilistica in bilico tra il rap e l’r’n’b. “24h” è il racconto di un amore surreale, di un innamoramento lampo che si sviluppa nell’arco di una sola giornata, tra sfarzo e lusso. Il singolo è prodotto da Sneccio, producer proveniente dal mondo dell’EDM, mentre la tastiera porta la firma di Raffaele Puglia, membro della band raggae di fama internazionale Arawak.

Mic Tyson TCTD2: a Milano per cambiare le regole del freestyle!

Si svolgerà il 17 marzo a Milano, ai Magazzini Generali, Mic Tyson TCTD2, nuova edizione del format sul freestyle ideato da Nitro e da Dj Ms. La formula della competizione è differente da tutte le battle storiche e, anche vista la collaborazione con Tom Clancy’s The Division 2, si rinnova ulteriormente.
 
Le prime due edizioni hanno superato i 200 iscritti e hanno fatto registrare sold out, con uno show finale pieno di ospiti e con giurati d’eccezione del mondo rap. Il canale YouTube è arrivato a 25k iscritti con video che hanno superato le 500k di views. Ma Mic Tyson ora alza il livello. Dalla città di origine dei due artisti, Vicenza, l’evento si sposta in quella dove risiedono, Milano, in cui ha sede anche la crew Machete, che ha prodotto, in collaborazione con Gold Leaves, Mic Tyson fino a farlo diventare, negli ultimi anni, una manifestazione di riferimento per gli appassionati di hip hop di diverse generazioni. Per questa nuova edizione, inoltre, sono previste tre fasi, tra selezioni e gara.
 
Prossimamente verranno comunicati altri dettagli dalla pagina Instagram ufficiale dell’evento e da quelle di Nitro, Dj Ms, Machete e dei tanti artisti che saranno coinvolti. 
 
 
LINK UFFICIALI
YouTube: Mic Tyson Battle
Instagram.com/mictysonbattle
Facebook.com/mictysonbattle

 

“Entrée”: il singolo d’esordio di Zin Ak Bes è prodotto da Yazee

 

Entrée” è il titolo del nuovo singolo di Zin Ak Bes, prodotto da Yazee e disponibile – accompagnato dal video ufficiale – sul canale YouTube dell’artista.

“Entrée” è un brano incalzante, dall’anima pulsante, costruito da un susseguirsi di incastri d’impatto e batterie ipnotiche, di citazioni ai classici del rap italiano e bassi pronti a far vibrare tutti gli speaker. La strumentale cupa e aggressiva di Yazee si rivela infatti il tappeto ideale per le barre crude di Zin Ak Bes, che trasudano il desiderio di rivalsa e un rispetto religioso per il rap e la sua storia.

“Entrée” è stato registrato al TDLAB Studio, mentre mix & master sono a cura di TheBuildzer.

 

Intervista a Neblo, Worst ed Enemy

<Abbiamo avuto l’occasione di scambiare qualche parola con Enemy, Worst e Neblo, tre giovani e promettenti artisti.
Neblo, producer e dj pugliese che si è esibito al fianco di personaggi del calibro di David Guetta, durante una battaglia di freestyle nota il talento dei due giovanissimi rapper salentini, Worst e Enemy, l’intesa li porterà a collaborare in diversi progetti, tra questi “CARILLON”.

Il primo singolo nato da questa collaborazione, dal 7 dicembre disponibile in rotazione radiofonica e sulle principali piattaforme digitali.

Link all’ascolto del brano: www.fanlink.to/CARILLON

1- Carillon è il vostro primo progetto ufficiale realizzato insieme a sei mani, completamente inedito. Il brano parla di evasione, e proprio la musica, in questo processo di evasione, ricopre un ruolo fondamentale. Quanto è grande la vostra voglia di evasione per voi che venite dal Sud Italia, spesso legato ancora alle tradizioni, anche per quanto riguarda l’ambito musicale e culturale?

Non possiamo quantificare la voglia di evadere dalla realtà che ci circonda, siamo solo convinti di volerlo  fare e di percorrere la strada giusta. Per noi del sud (nella maggioranza dei casi) è più difficile essere notati, ed è proprio questo che rende la sfida più interessante e competitiva e ci spinge a dare il massimo. Vivere sempre allo stesso modo, avvertire quella monotonia che ti fa sentire quasi insignificante, ci spinge a dire che la nostra evasione è sinonimo di “fuga dal folclore”, e noi non faremo parte dei soliti stereotipi. Siamo già evasi.

2- Carillon è il vostro primo singolo ufficiale pubblicato dopo un lungo periodo di reciproca conoscenza e stima. Cosa vi ha convinti a scegliere proprio questo brano come primo singolo?

“Carillon” è il coronamento di un anno e mezzo di lavoro in studio. Ogni giorno l’obiettivo era di fare qualcosa che superasse quella fatta il pomeriggio precedente, per migliorarci non abbiamo sprecato un solo secondo. Spesso quando chiudi una traccia avverti una strana sensazione e capisci di aver fatto la scelta giusta a priori. Parole, melodia, ogni piccola cosa è perfettamente lì dove deve essere. La scelta di “Carillon” deriva proprio da questo, questa sensazione di perfezione ha colpito tutti e tre.

3- Il carillon è una “scatola musicale” dei ricordi. La musica stessa rievoca ricordi, belli o brutti che siano. Se voi doveste associare questa canzone ad un periodo della vostra vita, a quale lo assocereste?

W: Riesco ad associare il brano “Carillon” solo al periodo che viene immediatamente prima e dopo la sua nascita.
Dopo un mese di convalescenza chiuso in casa è stata la prima cosa che ho registrato non appena ho rimesso piede in studio. Proprio in quel periodo ho capito quanto è fondamentale per me la musica e quanto contano i miei “fratelli”, Enemy e Neblo. Da quel momento in poi abbiamo raggiunto un’intesa assurda, e solo chi si terrà aggiornato capirà di cosa parlo.

E:  Esattamente al periodo “preparazione primo singolo”/“consapevole di ciò che faccio”. Quando ho scritto la strofa ero molto provato. Avevo ed ho ancora la voglia di sfogarmi e di dire “io voglio questo”. In “Carillon” pongo l’accento sul fatto che la scelta di intraprendere una carriera artistica è un peso assai più grande della vita in sé e bisogna essere pronti a tutto e a tutti! La mia strofa è molto diretta. Inizia in modo più monotono (indicando quella parte di me che vive la giornata), per poi salire di tono nella seconda parte. Questo rappresenta il mio sfogo personale contro me stesso. È un tocco di semplicità rincuorante in mezzo al casino che ho in testa.

4- (Neblo). In passato ti sei ritrovato a collaborare con numerose star della musica internazionale, ottenendo consensi da artiste come Jennifer Lopez e Iggy Azalea, ed esibendoti come supporter ufficiale del francese David Guetta. Cosa cambia per te dal punto di vista professionale tra lavorare a progetti di artisti internazionali già affermati e lavorare con artisti emergenti?

Cambia innanzi tutto la metodologia di lavoro e di pensiero. Anche perché con degli artisti già famosi e affermati non hai molte preoccupazioni su come, dove o quando far uscire le tracce. Mentre con un progetto che parte da zero, bisogna lavorare molto di più.

5- (Neblo). La strumentale di Carillon è stata prodotta in seguito alla visione di un film horror in cui compariva proprio il carillon in numerose scene. In quante altre occasioni hai ricevuto ispirazione per una strumentale proprio grazie ad un film?

Sicuramente altre volte ma l’ispirazione può arrivare da qualsiasi cosa o posto.

6- Da cosa prendete ispirazione quando componete un brano in studio?

W: Spesso tutto nasce dal nulla: una frase, una parola, una melodia. L’ispirazione segue l’intesa, come se fosse lo step successivo. Ci è successo diverse volte di iniziare a scrivere (senza confrontarci) sullo stesso argomento, intendendoci ancor prima di capirlo. Non a caso ho parlato di “un’intesa assurda”

7- Sia Worst che Enemy in questo momento sono in studio per lavorare ai loro primi album da solisti. Per ora, qual è il mood previsto in entrambi gli album? Avete intenzione di realizzare dei featuring? Se sì, con chi?

W: Anche se sto lavorando al mio album da solista, è ancora troppo presto per parlarne. Ho diverse tracce chiuse e tante bozze da riaprire o da cestinare. Mi piacerebbe fare dei featuring ovviamente, ma non farò nessun nome. Arriverà il momento, ogni cosa a suo tempo.

E: È ancora troppo presto per parlare del mio album e del mood che avrà. Posso solo dirvi che alcune tracce sono già state realizzate, altre sono solo bozze. Mi prenderò del tempo per rifletterci e dare conferma a quello che ho in mente adesso. Lo stesso vale per i featuring… magari non ne farò, magari si. Seguo l’istinto artistico che la maggior parte delle volte non delude mai! Prima di farlo assaggiare a voi lo farò io per primo!

8- Dopo Carillon, che progetti avete in cantiere? Ci saranno date live?

Abbiamo tanto materiale in studio, aspettiamo solo il momento giusto per pubblicarlo. Per ora ancora nessuna data live, ma di certo non mancheranno! Non aspettiamo altro l’ora di spaccare sul palco e far vedere chi siamo, di godere di ciò che ci siamo guadagnati con il duro lavoro! Non ve ne pentirete.

9- Dove possono tenersi aggiornati i fan su nuove uscite e appuntamenti dal vivo?

Tramite i nostri profili Instagram:
@crisenemy@leoworst@djneblo@phathousemusic