Eurap episodio 9: Stormzy

Michael Ebenazer Kwadjo Omari Owuo Jr, in arte Stormzy, è il rapper britannico che in patria sta raggiungendo i risultati maggiori. Nato nel 1993 a Croydon, nel sud di Londra, da una famiglia di origini ghanesi, in poco tempo si è preso il mercato musicale britannico.

L’ascesa di Stormzy è stata tanto rapida quanto imponente. Il suo primo EP venne pubblicato nel 2014, Dreamers Disease, il quale gli valse il premio Best Grime Act ai MOBO Awards di quello stesso anno. Nel 2015 venne pubblicato il singolo “Shut Up”, prima hit dell’artista, che inizialmente debuttò al 59° posto della chart Uk, entrando poco dopo nella Top 40 e posizionandosi primo nella settimana di Natale. Il suo primo album, Gang Signs & Prayers, venne pubblicato il 24 febbraio 2017 e debuttò al primo posto in classifica. Questo progetto contribuì enormemente ad elevare Stormzy, che fino ad allora era un ottimo promettente, a vero e proprio artista affermato. Il disco è molto vario, alterna tracce più riflessive ad altre più street, ma la varietà si coglie soprattutto a livello di sound passando dalla classica Grime inglese fino a suoni Soul e Gospel. Fondamentale per la sua carriera fu anche la partecipazione, da headliner, al Glastonbury Festival dell’anno scorso; per l’occasione l’artista londinese si presentò sul palco vestendo un giubbotto antiproiettile con raffigurata la bandiera britannica, disegnato dal famosissimo street artist Banksy. Nello stesso anno Stormzy pubblicò Vossi Bop, singolo che precede il secondo album, il quale venne poi rilanciato da vari remix con artisti europei, come Ghali, i tedeschi Bausa e Capo ed altri. Heavy Is The Head, il secondo progetto in studio, uscì il 13 dicembre sotto Atlantic Records UK. H.i.t.h contiene featuring molto interessanti tra cui l’amico Ed Sheeran, il giovane Aitch, la cantante americana H.E.R. ed altri. Debuttò al secondo posto della chart UK.

Stormzy è sicuramente, ad oggi, l’artista più riconosciuto del panorama urban inglese. Proprio questa grande esposizione nel panorama musicale mondiale ha attirato le critiche di uno dei pionieri della Grime: Wiley. Il beef iniziò con la pubblicazione di quest’ultimo della traccia Eediyat Skengman 1, in cui il wicked skengman viene attaccato per essere troppo commerciale e per aver fatto successo voltando le spalle alla grime,alla quale seguì la risposta di Stormzy, Disappointed. Wiley pubblicò successivamente la parte 2 (e poi anche una parte 3) del suo diss alla quale Stormzy rispose nuovamente con Still Disappointed, nella quale ci sono referenze alla madre dell’altro.

Stormzy è, inoltre, molto attivo dal punto di vista politico. In particolare, si è spesso esposto pubblicamente contro l’allora Primo Ministro Theresa May, appoggiando, invece, Jeremy Corbyn. Anche nel sociale si è reso protagonista, fondando la Stormzy Scholarship for Black UK Students.

Attualmente è uno dei personaggi più in voga e più influenti di tutta l’Europa. La sua scalata è stata rapida e non sembra per nulla intenzionato a farsi da parte. Se non lo conoscete musicalmente, vi consigliamo i seguenti brani:

  • Shut Up
  • 100 Bags
  • Return of the Rucksack
  • Mr Skeng

Articolo di Francesco Pannunzio.

PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATI:

RapAdvisor.it

RapAdvisor Instagram

Tags:

Articoli recenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *