Dj Jad: guardalo, ascoltalo, è inconfondibile!

Dj Jad, al secolo Vito Luca Perrini, è uno dei pilastri fondamentali per il djing in Italia.

Noto soprattutto per aver fatto parte degli Articolo 31 con J-Ax e della crew ad essi legata, la Spaghetti Funk, sicuramente la crew più importante di Milano negli anni ’90.

 

Articolo 31: i primi anni.

Nato il 27 Dicembre 1966, rientra sicuramente tra i maggiori esponenti della musica urban italiana più in là con gli anni.

Il successo è arrivato nel 1992 quando, insieme a J-Ax, decide di fondare gli Articolo 31, e di pubblicare il loro primo album, Strade di città, che all’epoca divenne disco d’oro.

I primi anni per gli Articolo 31 furono determinanti per il loro successo: infatti, Ax e Jad decisero di giocarsi le proprie abilità nel miglior modo possibile, arrivando addirittura ad incidere un jingle per la pubblicità della Fiat Uno Rap Up che riuscì a dare loro la visibilità iniziale.

A notarli a inizio carriera fu Albertino di Radio Deejay, il primo a passare la loro musica nel suo programma che andava in onda su una delle reti radio più importanti d’Italia.

Messa di vespiri è il secondo album uscito nel 1994, il cui titolo sono i diminutivi delle parole “messaggio”, “divertimento” e “spiritualità”, che secondo il gruppo dovevano essere alla base della musica rap.

Col terzo disco Così com’è, uscito nel 1996 (che, tra gli altri featuring, c’era anche quello di Lucio Dalla) gli Articolo 31 alzano ulteriormente l’asticella: infatti, fu proprio con Così com’è che Ax e Jad riuscirono, grazie alle oltre 600mila copie vendute, riuscirono ad ottenere il disco di diamante (in Italia di canzoni che hanno raggiunto questo status nel rap sono state solo Roma – Bangkok di Baby K & Giusy Ferreri e, per quanto se ne possa dire, anche la canzone degli Artisti Uniti Per L’Abruzzo, Domani 21/04.2009). Non solo: con questo disco riescono anche a girare l’Europa, tra i primi nel rap italiano a farlo.

 

Gli ultimi progetti rap con gli Articolo 31.

Dopo i primi tre album degli Articolo 31, arriva l’album Nessuno, preceduto dal singolo La fidanzata, che fece vincere a Jad gli Mtv Europe Music Awards come “best italian act”.

Xché sì! E’ il titolo dell’ultimo album rap degli Articolo 31, nel quale riuscirono anche a collaborare, nel brano che dà il titolo all’album, con lo storico mc americano Kurtis Blow.

In seguito a questo disco, uscirà anche il greatest hits contenente anche l’inedito Volume, oltre a Così mi tieni (inedito del 1997).

Domani smetto, uscito nel 2002, segna un cambio di direzione musicale per il gruppo: se i testi di Ax rimangono fedeli alla linea di pensiero del gruppo, schierato contro i raccomandati e che trattano di temi come l’importanza dei soldi nella società consumistica, la componente musicale si fa nettamente più orientata sul pop/rock. Proprio in Domani smetto, ci sono due canzoni che secondo il grande pubblico sono considerate le canzoni migliori di Ax e di Jad: Gente che spera con Reverendo, e Non è un film, che inquadrano una generazione, quella di Ax e Jad, quella di cui si parla nei due brani e quella a cui entrambi i membri del gruppo si rivolgono. Parole in cui tutti i giovani ci si potevano rispecchiare, che ha permesso e ha fatto sì che queste due canzoni diventassero dei veri e propri evergreen, che anche in seguito alla rottura del gruppo, ha spinto entrambi a continuare a suonare anche queste due canzoni nei loro tour.

Il 2004 è, invece, l’anno di Italiano medio, il disco più pop del gruppo, l’ultimo disco di inediti.

L’ultimo album del gruppo (senza contare le successive ristampe e raccolte) è La riconquista del forum, un cd live con dvd live del concerto al forum di Assago, contenente anche due inediti: Barbecue e Nato sbagliato, oltre ad una versione speciale di un loro vecchio brano, Consigli di un pirla feat. Grido.

Anche dopo lo scioglimento del gruppo, avvenuto nel 2005, Ax, nel suo primo disco da solista, Di sana pianta (2006), ha mantenuto sia le tematiche che le sonorità dell’ultima fase del gruppo.

 

Controversie e hating.

J-Ax ha sempre amato dire che avesse gli haters ancora prima che esistesse la parola “hater” (cioè “chi odia”).

Gli Articolo 31, infatti, con canzoni come Ohi Maria, L’impresa eccezionale feat. Dalla, o ancora come la canzone-jingle realizzata per lo spot della Fiat Uno Rap Up, catalizzarono tutta l’attenzione della scena hip-hop che non si risparmiarono cattiverie, insulti e dissing.

Stessa sorte, ovviamente, era toccata anche alla crew, la Spaghetti Funk, che, col tempo, è andata via via sempre di più sgretolandosi per problemi interni.

Secondo molti (artisti e non), negli anni ’90 gli anti-rapper erano gli Articolo 31 e Jovanotti, in quanto quelli più lontani dalle sonorità prettamente hip-hop, oltre ad essere gli artisti più sovraesposti.

I dissing agli Articolo 31 furono molteplici: Dj Gruff in testa (Sucker per sempre, al quale gli Articolo risposero con il brano Non c’è rimedio, contenuto in Così com’è), e ancora Kaos e Neffa (successivamente, Ax riuscirà a realizzare due tracce con Gruff, grazie alla mediazione di un amico comune, Fabio B., che diventerà dj di Ax da dopo lo scioglimento degli Articolo 31, e un album di ben 9 canzoni con Neffa, formando un duo che, al di là dell’album, ha realizzato anche altri brani insieme). Non solo rapper: infatti, anche Adriano Celentano non si risparmiò parole poco positive nei confronti nel gruppo, nel brano Il seme del rap, che dava agli Articolo 31 e a tutta la Spaghetti Funk di riflesso “dei mocciosi che rompevano i coglioni con il rap”. Successivamente, gli Articolo 31 e Solo Zippo risposero con la diss-track Adriano vacci piano.

Col passare del tempo, molti artisti del rap sono riusciti a mettere da parte l’astio nei confronti degli Articolo 31, anche gli stessi che avevano dato via al dissing: da Fritz Da Cat (che ha dichiarato che gran parte della scena avesse mosso una guerra senza senso contro il gruppo) a Marracash, dai Club Dogo a Fabri Fibra, da Fedez a Baby K, e non solo…

 

Dopo gli Articolo 31: Dj Jad da solista.

Nel 2006, mentre l’ex collega pubblica Di sana pianta, Jad pubblica Milano – New York, progetto interamente realizzato a New York. A detta del producer, si tratta del sogno di una vita. All’interno del progetto, Jad è riuscito a coinvolgere artisti newyorkesi come Buckshot, Maya Azucena, Keith Murray, Psycho Les, Sasha, Tony Touch, …

Open in Spotify

Il sarto è il secondo disco del 2010, che vede la collaborazione di numerosi rapper e cantanti r’n’b italiani, come Pino Pepsee, Ensi, Dj Enzo, Amir…

Proprio in Il sarto, è contenuta una canzone, dal titolo Parli che, a detta dei più, sarebbe un dissing riferito a J-Ax, Space One, i Gemelli Diversi e agli altri artisti rimanenti della Spaghetti Funk, in seguito allo scioglimento degli Articolo 31 e della Spaghetti Funk. La strumentale, ovviamente è affidata a Jad, e le rime a Oscar White & Dj Enzo. Il brano non sarebbe altro che una risposta al brano Amici un cazzo, Space One feat. J-Ax, Grido e Thema, ritenuto un dissing a Dj Jad.

Il titolo del disco, spiega Jad, deriva dal parallelismo che, come un sarto cuce tra loro diversi materiali per dare vita ad un vestito nuovo, allo stesso modo, un producer (o un dj) unisce suoni diversi tra loro, cucendoli insieme, per dare vita ad una strumentale nuova.

Nel 2011 pubblica Instrumental, disco di 17 strumentali in cui emerge tutta la versatilità di Jad in quanto a produzione di strumentali.

Beat in my soul, del 2015, è l’ultimo album da solista di Jad.

 

Progetti paralleli di Jad.

Oltre alla musica e ai suoi dischi da solista, Dj Jad si è impegnato nella musica anche nel progetto “salviamo il vinile”, avviata nel 2007, che aveva come obiettivo la sensibilizzazione dei più giovani nei confronti della musica, proprio nel periodo in cui lo streaming stava prendendo il sopravvento sulla musica fisica e su cd/lp.

Nel 2011, Jad aveva collaborato con i Jarabedepalo e Fabrizio Moro alla canzone Non è una canzone, presentata al festival di Sanremo.

Nel 2012, insieme al rapper napoletano Ciccio Pasticcio, fonda gli Usb (o anche Udite Suoni Buoni) con cui, nel 2013, in seguito a vari rimandi dovuti a ritardi di autorizzazioni per l’utilizzo di alcuni campioni musicali, pubblica l’album L’astronave. All’interno del disco (25 canzoni), ci sono anche due collaborazioni: una con Sophia e l’altra col noto cantante Alan Sorrenti, noto soprattutto per aver inciso il brano Figli delle stelle.

 

Le frecciatine tra J-Ax e Dj Jad.

Per quanto inizialmente Ax e Jad avessero mantenuto buoni rapporti (dalle belle parole spese da Ax durante un’intervista televisiva rilasciata in seguito alla pubblicazione di Di sana pianta ai videosaluti di Ax inseriti nel dvd del disco Milano – New York di Jad), nel corso degli anni, entrambi si sono allontanati sempre di più.

Se inizialmente, nel 2008, Amici un cazzo sembrava essere solo una frecciatina indirizzata a terze parti non meglio precisate, con Parli i sospetti si fanno via via più palesi.

Le questioni tra Ax e Jad, tuttavia, non finiscono qui. Infatti, nel corso degli anni si sono lanciati sempre più frecciatine: da Ax che invita i fan a non parlare più degli Articolo 31 a Jad che invece accusa Ax, anche tramite remix di brani rappresentativi degli Articolo 31, di essersi “venduto”, e di aver cambiato ideologie rispetto a quelle che aveva da ragazzo ai tempi degli Articolo.

La questione arriva anche a livello legale quando, nel 2017, Dj Jad si appropria del marchio Articolo 31 (che entrambi avevano dato nelle mani di Franco Godi, ex produttore di entrambi, con cui nessuno dei due aveva più alcun rapporto), fondando la cover-band Articolo 31 2.0, con i quali pubblica una nuova versione estiva di Domani degli Articolo 31.

Sarà proprio Franco Godi a denunciare Dj Jad, e quando viene chiesto a J-Ax di esprimere il proprio pensiero, fa manlevata, affermando inoltre, che in seguito all’accaduto ci sarà solo una certezza: l’ultima chance per rivedere insieme gli Articolo 31 era morta e sepolta definitivamente.

Nel corso di questi anni entrambi non si sono risparmiati frecciatine e cattiverie, anche sul personale, e lo spirito generale era proprio una lapide definitiva al progetto iniziato 20 anni prima. Come spesso capita, però, si cresce e si matura, e dopo tanti anni, anche Ax e Jad hanno finito di lanciarsi frecciatine e, inoltre, hanno anche suonato insieme per i 25 anni di carriera di J-Ax al Fabrique.

 

Articolo 31 ancora insieme…

Potrebbe iniziare proprio con questa frase di Mr. Gilet Di Pelle questo ultimo paragrafo.

Sì, perché dopo una decina di anni di separazione, J-Ax e Dj Jad si sono riavvicinati, in occasione dei 25 anni di carriera di J-Ax.

Il tutto inizia quando Dj Jad smentisce pubblicamente di aver pronunciato parole (inventate) rilasciate durante un’intervista, contro il suo ex socio. Per l’occasione, Jad saluta anche Ax.

Ax, dall’altra parte, durante una puntata di Rtl 102.5, ricambia il saluto dell’ex amico.

Il periodo è breve: da Giugno a Settembre, quando entrambi sui loro profili social lanciano la bomba: gli Articolo 31 ritornano insieme per 5 concerti di J-Ax (che, soprattutto in seguito alla notizia del grande ritorno degli Articolo, saranno destinate a raddoppiare).

Il percorso di riappacificazione sarebbe incominciato almeno un anno prima, quando Dj Enzo lancia un videomessaggio a J-Ax in seguito alla denuncia di Franco Godi nei confronti di Jad, fatto con l’intenzione di far tornare a dialogare i due ex amici e far mettere una lapide su tutte le inimicizie. Inoltre, anche Wlady, dj/produttore fratello di Jad e amico di J-Ax (nonché producer di Maria Salvador), ha favorito questo riavvicinamento.

Durante una delle dieci date di J-Ax al Fabrique di Milano, in occasione della riappacificazione tra i due amici, si è presentata sul palco la Spaghetti Funk al completo, tra la commozione e la gioia di fan e artisti sul palco. Da sotto, il pubblico ha potuto vedere sul palco Raptuz, Thema, Grido, Strano, J-Ax, Dj Jad, Nico Degni, Space One e Dj Enzo in memoria dei vecchi tempi della Spaghetti Funk.

A distanza di tanti anni, dunque, J-Ax ha anche spiegato i motivi della divisione da Jad, cioè quello di voler dimostrare agli altri di essere capace di fare anche da solista; ciò che invece li ha spinti a riavvicinarsi, è stata la maturità di entrambi.

Al momento, però, né Ax né Jad hanno ancora annunciato alcun progetto ufficiale inedito sotto il nome di Articolo 31. Tutto però può essere possibile. Del resto, fino ad un anno fa sia Ax che Jad ponevano definitivamente fine alla storia del gruppo, ed è bastato quel poco per farli riappacificare. Inoltre, se c’è una cosa che la Spaghetti Funk ha sempre promesso e che non ha mai pubblicato, quella è proprio la compilation di tutta la Spaghetti Funk al completo, che non è mai veramente arrivata, se non (a detta di Grido) sottoforma di singoli brani condivisi intorno al 2011/2012 da Takagi.

Che la Spaghetti Funk stia tornando col botto e con un nuovo disco collettivo a sorpresa? Difficile da dire. Nessuno al momento vuole fantasticare più di tanto né caricarsi di false speranze. Certo, però, la speranza è l’ultima a morire, e visti i recenti sviluppi, qualsiasi cosa può essere possibile. In ogni caso, però, non ci resta altro che rimanere aggiornati seguendo gli artisti del collettivo sui loro profili social per sapere tutto ciò che c’è da sapere e per rimanere quotidianamente aggiornati.

Precedente“Child’s Beats, Breaks & Scratches”: arriva la ristampa del vinile di strumentali realizzato da IceOneSuccessivoAldebaran Instrumentals Series: arriva il Volume Secondo con le strumentali di Ice One