Intervista a Grelmos: la drill queen

Grelmos ha rilasciato la scorsa settimana “Mashallah”, il suo nuovo singolo in cui propone sonorità diverse rispetto alla drill cui ci ha spesso abituato. In questa occasione abbiamo fatto qualche domanda alla chiacchieratissima rapper.

  • Come è arrivata l’idea di cambiare sonorità per il nuovo singolo, “Mashallah”?
    In realtà avevo già utilizzato la cassa dritta in un brano del 2021, “Illegal’. In “Mashallah” unisco al tutto un sound più mediorientale, per rimarcare l’altra parte di me: a metà strada tra oriente e occidente.
  • La tua identità musicale sembrava indirizzata sulla drill, invece ora hai pubblicato un pezzo più dance. Quale dei due stili senti più tuo?
    La drill rimane sicuramente il mio genere preferito per il momento; sono però aperta a sperimentare e ad evolvermi insieme alla musica.
  • In “Mashallah” parli di come tutti ti guardino per strada. Pure sui social sei molto seguita e chiacchierata. Tutta questa attenzione ti piace o ti pesa?
    Quando ti esponi devi fare i conti anche con questo, fa parte del gioco. Che tu lo accetti o meno. Le critiche fondate ovviamente non mi infastidiscono, anzi, mi portano a riflettere sul mio percorso. Gli insulti invece sono fini a sé stessi ed esprimono solo il basso livello di chi li utilizza
  • Cosa pensi che la gente non abbia ancora capito di Grelmos a livello musicale? E a livello personale?
    Tante cose. A livello musicale non hanno capito che sto sperimentando, mi sto mettendo in gioco e ho iniziato da poco; sto facendo tutto da sola, non ho autori, non ho gente che mi spinge. Datemi tempo di lavorare e dimostrare cosa sono capace di fare. La gente che non è portata per fare musica è altra, credetemi.

    A livello personale invece dovrebbero capire che la persona e il personaggio sono due cose completamente diverse. La gente invece è portata ad attaccarti a livello personale, pur non conoscendo la tua vita, invece di limitarsi a parlare del personaggio.
  • Sei ancora all’inizio del tuo percorso musicale. Quale parte della tua musica stai lavorando di più per migliorare e quale senti sia già il tuo punto forte?
    Penso di non avere ancora un punto forte: sto imparando, sto sperimentando e sto ancora cercando la mia strada. Ho ancora tanto da scoprire, prima di poter dire in cosa sono forte. Sicuramente mi piace essere versatile e saper fare tutto.
  • Ancora non ti abbiamo sentito collaborare con altri artisti. C’è qualcosa in cantiere su quel lato?
    Sì, molti artisti dicono di essere miei fan e che spacco, sia italiani che stranieri. A breve uscirà anche qualche collaborazione, aspettatevi di tutto da Grelmos.

Intervista di Matteo Pinamonte.

PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATI:
RapAdvisor
RapAdvisor Instagram

Tags: grelmos

Articoli recenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *