L’intervista di 6lack a Apple Music

In occasione del suo nuovo album, “Since I Have a Lover”, 6lack si è raccontato in una lunga e bellissima intervista ad Apple Music, in cui ha parlato di sè stesso e della musica in modo profondo.

6LACK parla ad Apple Music del suo nuovo Album ’Since I Have a Lover’
Questo sono io che mi guardo allo specchio sapendo chi voglio essere, l’influenza che voglio avere su mia figlia, l’influenza che voglio avere sulla mia famiglia e con un po’ di responsabilità e si può ammetterlo o no, ma le persone lo stanno ascoltando, stanno capendo e seguendo. Quindi cosa dovrei dire?

6LACK racconta ad Apple Music dei 5 anni passati dal suo ultimo album e la produttività durante la pandemia…
Mi sono sembrati 5 anni, anche se in alcuni giorni mi sembrano essere passati più velocemente. Però se ripenso ad altri momenti, mi sembra di aver vissuto in slow motion. Quando ho sentito del lockdown ho pensato di esserci abituato, visto che sono un tipo solitario e mi piace stare con me stesso, quindi pensavo fosse qualcosa che conosco. Quando mi ci sono trovato, però, ho capito che non era quello che mi aspettavo e mi ha davvero messo uno specchio davanti alla faccia, costringendomi a guardarmi dentro. Ho imparato a condividere lo spazio con altre persone e amarle incondizionatamente, perchè non si poteva semplicemente andare fuori a pranzo e prendere una pausa: qualunque fosse la questione andava risolta subito.

6LACK racconta ad Apple Music della sua maturazione e il suo lavoro su sè stesso
Mi piace ricordare alle persone che quello che ero ieri non è quello che sono oggi e non sarà mai così dal punto di vista sonoro. Non sarà mai così emotivamente. Non sarà mai così spiritualmente. Mi è piaciuto questo processo di crescita. Non penso che la musica abbia abbastanza momenti in cui le persone si limitano a sostenere la propria crescita e sostenere la maturazione e sostenere l’amore sano e sostenere come il lavoro su se stessi. Sto cercando di essere un uomo migliore, un padre migliore, un fratello migliore e un figlio migliore. Quindi, dal momento che sentivo che mancava quel vuoto, voglio solo continuare a colmarlo e continuare a dire alle persone che questo è quello che sono. Puoi metterti al passo o puoi trovare qualcun altro da ascoltare.

6LACK elogia Wale e parla della loro collaborazione in “Stories in Motion
So che Wale ha sempre saputo usare le parole. So che durante i periodi in cui stavo ancora cercando di capire me stesso e capire la mia musica, la sua musica parlava… la sua scrittura mi parlava. Complimenti, amico. solo complimenti, perché tutto ciò che vediamo in questo momento per quanto riguarda l’hip hop è passato da una generazione specifica. Quell’era è Drake. Quell’era è Kendrick. Quell’era è Wale. Quell’era è Cole. Questi sono alcuni degli elementi costitutivi di ciò che abbiamo in questo momento. Quindi complimenti a lui. È stato un onore poterlo contattare e dirgli semplicemente “Ho bisogno di te” per qualcosa. La canzone era praticamente già finita, ma lui ha preso la cosa sul serio e io gli ho dato carta bianca. Ha dipinto un quadro in una questione di, non so cosa, 30 secondi. Tutto quello che ha detto è… azzeccato per quanto riguarda quella canzone. Lo ha riassunto in un modo così perfetto.

6LACK parla di Don Toliver e racconta che la sua musica l’ha aiutato nella pandemia
Lui è un grande, mi è davvero di grande ispirazione. È davvero stimolante per me ascoltare la musica di qualcun altro e limitarmi a come suona. È semplicemente fantastico. Ogni canzone, ogni melodia, ogni parte della produzione si abbina perfettamente. Quando ascolto Life of a DON o Love Sick, penso che lui sia davvero in un’ottima posizione, è praticamente a inizio carriera ma è così forte. Don mi ha aiutato a superare la pandemia di sicuro.

6LACK racconta ad Apple Music come lo ha ispirato l’album di WizKid “Made in Lagos”
Ci sono stati un paio di album che mi hanno aiutato. Wizkid, l’album “Made in Lagos”… quell’album di Wizkid mi ha davvero ispirato. Mi ha fatto viaggiare in un periodo in cui nessuno poteva viaggiare, dove in realtà non potevamo nemmeno uscire. Ricordo quella sensazione di ascoltare quell’album fino in fondo e dire “Potrei ascoltarlo di nuovo fino in fondo e non saltare una singola canzone”.

6LACK racconta ad Apple Music come ha imparato a suonare la chitarra
Il gioco questa volta sarà che potrò portare la chitarra sul palco, cosa che non avevo mai fatto prima. Suonerò la chitarra sul palco nel prossimo tour. Ho suonato anche un paio di passaggi sull’album. All’inizio imparare a suonare la chitarra è stato quasi come entrare in una nuova relazione: facevo schifo davanti a qualcuno.

6LACK racconta ad Apple Music i cambiamenti tra i suoi primi due album
“Free 6LACK” era confusione, insicurezza e timidezza. Poi “East Atlanta ove Letter” mi ha aperto il mio cuore e la mente in idee diverse e ho detto “Ok, in realtà sto iniziando a diventare bravo in questo”.

6LACK racconta il suo amore per l’oscurità e il suo album “Free 6LACK”
Nel 2016 stavo uscendo da un brutto contratto discografico e mi sentivo come se avessi qualcosa da dimostrare a me stesso, uscendo almeno da due o tre relazioni che non corrispondevano nemmeno a chi sentivo di essere. Semplicemente riempivo il tempo e permettevo alla mia depressione e ai miei stati d’animo di superare le mie capacità decisionali. E poi questo ha iniziato a ispirare la creatività, e poi è diventato come una stampella. E onestamente sento che questo è il motivo per cui la nuova musica mi ha spinto in una direzione diversa, perché so che è bello creare cose da quegli stati d’animo e ne ottieni cose incredibili, ma a un certo punto diventa quasi un feticcio e diventa come uno stile e diventa come… un’identità, e mi sono detto “ma è davvero qui che vuoi essere? È davvero così che ti senti? Ti sta avvantaggiando? Quando ti svegli la mattina, come ti senti? Ti senti pieno?” E mi sentivo sempre più vuoto ad ogni relazione, sempre più vuoto in ogni momento. E ricordo che dopo che quel tour era finito pensavo non ci fosse stato alcun progresso. Mi sento come se avessi appena vissuto quell’album on the road e ora sono appena tornato a guardare la mia vita e sembra ancora che sia nel caos. C’è speranza lì dentro, ma è stato sicuramente un album di sfogo. Il 90% delle canzoni di quell’album le ho fatte nella stanza da solo. Era sicuramente un album in cui tutto era monocromatico, bianco e nero e grigio, e anche il modo in cui mi esibivo allora era completamente diverso. Guardavo per terra, non correvo molto in giro. Non conoscevo nemmeno me stesso, non sapevo chi potevo essere fino a quando non ho davvero fatto il primo passo, che è stato subito dopo la fine del tour.

6LACK racconta ad Apple Music come ha imparato a godersi cose diverse
Sono stato in grado di godermi così tante cose diverse di recente, tutte basate su una nuova mentalità con la mia partner e pensando, per esempio, “Penso di essere interessato ad andare a vedere uno spettacolo di danza. Sono interessato ad andare a vedere uno spettacolo di Broadway Mi interessa”, come ho detto, “prendere un tè con te, le tue sorelle e la tua famiglia”. Queste sono cose che mi hanno aiutato ad attingere a un altro lato di me stesso che non sono mai riuscito a esprimere. Voglio sicuramente mettere insieme il mio pollice verde. Voglio sapere come effettivamente piantare le cose nella terra e farle crescere. Questo è un obiettivo prima di qualsiasi altra cosa. Penso che nel complesso voglio continuare a capire come fare le cose, trovare più idee del genere in modo che io mi possa sentire come se stessi facendo quello che dovrei fare mentre sono qui.

6LACK racconta l’importanza di trovare un equilibrio
L’equilibrio va bene. La vita è entrambe le cose. La è bene e male, è spavalderia, è pace e tranquillità, è momenti di egoe momenti di responsabilità.

Intervista di Zane Lowe per Apple Music.

PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATI:
RapAdvisor
RapAdvisor Instagram

Tags: 6lack

Articoli recenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *