3 artisti da conoscere allo Sziget Festival

Dal 10 al 16 agosto si terrà lo Sziget Festival sulla Óbudai-sziget, un’isola a Budapest in mezzo al Danubio. Il festival è uno degli eventi musicali più importanti in Europa e fa da punto di incontro tra le culture e tendenze artistiche più disparate. Con più di venti palchi all’attivo, in questa edizione vedremo esibirsi artisti del calibro di Dua Lipa, Stromae, Justin Bieber, Arctic Monkeys e Calvin Harris. Saremo presenti all’evento e abbiamo così deciso di raccontarvi tre degli artisti più interessanti della settimana.

Nell’avvicinamento allo Sziget, vi raccontiamo tre nomi interessantissimi da approfondire in vista dell’evento.

Slowthai:
SlowThai è un rapper britannico capace di spaziare da uno stile grime più aggressivo a uno più conscious e riflessivo. Dopo aver esordito ufficialmente nel 2019 con il disco “Nothing Great About Britain”, un progetto irriverente e di rottura verso la politica inglese del tempo, ha attirato l’attenzione di grandi esponenti della scena rap internazionale riuscendo anche a collaborare con artisti come Tyler The Creator, Brockhampton e Gorillaz. Di recente è uscito “Tyron”, il suo secondo album in studio, con cui Slowthai ha evoluto le sue barre taglienti in uno stile più introspettivo, come in “nhs” e in “feel away” con James Blake e Mount Kimbe, senza però abbandonare la sua impronta grime e aggressiva che denotano la prima parte del progetto e culmina nelle collaborazioni con Skepta e A$ap Rocky.

FKJ:
French Kiwi Juice, o meglio conosciuto come FKJ, è un poli strumentista e cantante francese considerato come uno dei pionieri del “new french house”. Il suo esordio ufficiale coincide con la pubblicazione del suo primo disco omonimo nel 2017 e ha raggiunto il grande pubblico con il brano completamente improvvisato “Tadow”, in collaborazione con Masego. La sua peculiarità principale consiste propriamente nel live e nell’utilizzo di Ableton per mettere in lustra le sue doti da strumentista tramite l’utilizzo di loops.

beabadoobee:
beabadoobee è un’artista filippina, poi naturalizzata britannica, che sicuramente conosci ma di cui non hai mai saputo il nome: insieme a Powfu è l’autrice di “death bed (coffee for your head)”, il singolo certificato doppio platino in Italia che ci ha accompagnati nel periodo di quarantena. Il brano è una rivisitazione di “Coffee” e ha rappresentato per l’artista un vero e proprio trampolino di lancio prima di esordire ufficialmente con il suo primo disco “Fake ti flowers”. La versatilità è l’elemento principale del suo stile, siccome è capace di spaziare da sonorità più dolci e rilassanti ad alcune dalle produzioni più aggressive e coinvolgenti, senza però perdere la sua impronta decisa dalla voce angelica.

Articolo di Alberto Rogano.

PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATI:
RapAdvisor
RapAdvisor Instagram

Articoli recenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *