6ix9ine ha commissionato un omicidio?

6ix9ine è stato uno dei personaggi più eccentrici della storia dell’hip hop. In poco più di un anno di attività, infatti, questo strambo gangsta di origini messicane con tatuaggi vistosi e capelli colorati ne ha passate di tutti i colori. 6ix9ine è stato al centro di molti dissing, è stato derubato e rapito, ha avuto accuse di pedofilia e sparatorie e, nel frattempo, ha creato musica di successo planetario.

Proprio la scorsa estate 6ix9ine fu rapito e, dopo essere stato liberato, avrebbe messo una taglia di 50.000 dollari sulla testa del suo rapitore. A confermarlo è stato un testimone il cui nome non è stato reso noto, che testimonierà anche in processo. Secondo il testimone esistono chiamate registrate tra lui e Shotti, il manager di 6ix9ine, in cui il manager afferma che l’artista avrebbe pagato 50.000 dollari a chi avrebbe ucciso Anthony Ellison, il rapitore.

È stato anche scoperto che i due rapitori di 6ix9ine, Ellison ed un complice non noto, erano membri della Nine Trey Blood gang di New York, la stessa di cui facevano parte sia 6ix9ine che Shotti. La volontà di fermare 6ix9ine è partita, quindi, dalla sua stessa gang, impaurita dall’artista e da quello che avrebbe potuto rivelare. La Nine Trey successivamente avrebbe cercato nuovamente di fermare 6ix9ine, progettando il suo omicidio in collaborazione con Shotti, il manager del rapper.

PrecedenteDRIMER: fuori il video della versione unplugged di "FAI DA TE"SuccessivoJova Beach Party

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.