Crea sito

5 saghe del rap americano da ascoltare in quarantena

Anche il rap americano è ricco di saghe tutte da scoprire, che negli anni ci hanno divertito ed emozionato. Senza la pretesa di volerle classificare, ecco 5 saghe del rap americano che dovete assolutamente ascoltare d’un fiato per intrattenervi al meglio nella vostra quarantena.

MARSHALL MATHERS LP – EMINEM
I due episodi della saga Marshall Mathers LP sono arrivati in due momenti diversi della carriera di Eminem, ma entrambi ci hanno mostrato l’inquietudine, la follia e i pensieri del rapper della Mo-Town. Se il primo capitolo è comunemente ritenuto il miglior album della carriera di Eminem, il secondo ha mostrato al mondo nuovamente le capacità di Slim Shady, dopo qualche album appannato. Inoltre, in questi due album troverete alcune delle hit più indimenticabili dell’artista di Detroit, come “Stan”, “Drug Ballad”, “Rap god” e “Berzerk”.

THE COLLEGE BEAR – KANYE WEST
La saga dell’orsacchiotto del college di Kanye West è composta di tre album: “The College Dropout”, “Late Registration” e “Graduation”. Questi album, che sono i primi tre della carriera dell’artista di Chicago, spiegano le difficoltà di Kanye ad arrivare alla fama e come agisce lui una volta ottenuta essa. In particolare, i due episodi raccontano molto di questa lotta per la notorietà del rapper e producer, che culmina nel terzo quando si diploma figurativamente (graduation) e quindi ottiene la fama. In questi album Yeezy eleva la classe sociale da cui arriva, la classe media lavoratrice, raccontando le difficoltà di chi ne fa parte e criticandone chiusure mentali e di visione. Le produzioni, curate ovviamente da Mr. West, sono innovative e piacevoli. Un altro merito che viene spesso attribuito a questa saga, che divenne subito molto popolare, è quello di aver ucciso il gangsta rap, che andava per la maggiore prima che arrivasse Kanye West a stravolgere questo genere.

DEDICATION – LIL WAYNE
Dedication è una saga di mixtape che con il tempo è diventata un vero e proprio culto. Certo, a questo punto magari qualcuno si aspettava che di Lil Wayne si dovesse inserire la saga di album ufficiali “Tha Carter”, ma credo che sia nei “Dedication” che Weezy sia riuscito a superarsi completamente. Senza pressioni discografiche, in questa serie di tape potrete trovare tutta la pazzia, personale e lirica, del fondatore di Young Money. Schemi metrici mai visti, flow psichedelici, sperimentazione di nuovi strumenti e dell’autotune, pezzo di divertimento, protesta e introspezione sono tutto ciò che potete trovare in questa saga che potete tranquillamente scaricare in freedownload. Se weezy è così influente e leggendario per ogni appassionato lo deve, certo anche alla saga “tha Carter”, ma soprattutto alla saga “Dedication”.

EAST ATLANTA SANTA – GUCCI MANE
Con l’avvento della trap le saghe sono diventate veramente di moda negli States. Alcuni esempi? “Drip or drown” o “Drip season” di Gunna, “AI YoungBoy” di NBA YoungBoy, “Slime Season” di Young Thug, “Beastmode” e “Dirty Sprite” di Future e ce ne sarebbero molti altri. Se questo è potuto succedere è grazie alle saghe create, negli anni precedenti, da Gucci Mane, il padre della trap. “East Atlanta Santa” è quella che meglio mostra l’evoluzione del suono trap dagli albori fino ai giorni nostri, visto che l’ultimo episodio è uscito proprio lo scorso dicembre. Anche in questa serie di mixtape Guwop racconta la vita criminale sua e del suo quartiere, senza peli sulla lingua. Se avete voglia di approfondire, Gucci Mane ci ha regalato anche molte altre saghe, come “Trap God”, “Trap House”, “Free Bricks”, “So Icy Boy”, “Brick Factory”, “Wilt Chamberlain”, “Ice Attack” e “Trap Back”. Si, queste sono tutti nomi di differenti saghe anche piuttosto lunghe, vi sfido ad ascoltarle completamente.

SLIME SEASON – YOUNG THUG
“Slime Season” è la saga che ha consacrato Young Thug come uno dei migliori artisti della nuova generazione, oltre che una delle migliori saghe del rap americano recente. Nei 4 episodi, rilasciati a seguito di leak delle tracce, Thugga sperimenta suoni molto particolari e crea i caratteri principali di quello stile che ora chiunque gli copia. In questi progetti, molto vari per suono, Young Thug è sè stesso al 100% e porta la trap più classica verso universi lontani.

Articolo di Matteo Pinamonte

PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATI:

RapAdvisor.it

RapAdvisor Instagram

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: