Trunchell, Etc. oscilla tra calma e disperazione

Con un atmosfera cupa e malinconica si apre “Vivi in pace adesso?”, il nuovo singolo del giovane Trunchell, Etc. pubblicato lo scorso 6 Gennaio.

L’artista classe 2000 prosegue nel suo viaggio horrorcore, in un pezzo che suona anche come un campanello d’allarme. Il pezzo è una fotografia calma e disperata allo stesso tempo, attraversato dallo storytelling di una serata tetra di pioggia. Trunchell, Etc. impreziosisce “Vivi in pace adesso?” con alcune parole che si trasformano immediatamente in immagini nella testa dell’ascoltatore.

Se secondo l’artista anche un dio muore, sono diversi i riferimenti artistici e culturali che Trunchell, Etc. continua a dispensare nei suoi pezzi. Nel nuovo singolo incontriamo, ad esempio, Picasso, Giunone e Monet con un soggetto ricorrente dei suoi dipinti: le barche. Un plauso anche all’outro del pezzo, in cui la strumentale diventa ancora più espressiva, accompagnando l’ultimo ritornello e la chiusura della canzone stessa.

Rispetto a “Il Veneficio del dubbio”, il brano precedente dell’artista, “Vivi in pace adesso?” rappresenta una sfaccettatura diversa di Trunchell, che cambia sonorità e clima senza tradire la crudezza ormai suo marchio di fabbrica.

Articolo di Matteo Pinamonte.

PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATI:

RapAdvisor.it

RapAdvisor Instagram

Tags:

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *