Intervista ad Axos: Sono il buono e il cattivo

In occasione dell’uscita del tanto atteso “Anima Mundi”, il suo ultimo lavoro, abbiamo fatto qualche domanda ad Axos proprio riguardante il disco, Di seguito, trovate le risposte di Axos.

  • Come racconteresti “Anima Mundi” a qualcuno che non lo ha ascoltato?

Non credo si possa raccontare un periodo così lungo. Credo che mi limiterei a farglielo ascoltare.

  • Hai mai annegato temporaneamente i tuoi princìpi per raggiungere alcuni risultati?

No. Mai. Al massimo ci ho giocato un po. A volte è bello constatare che non si è cambiati. Che le necessità sono ancora le stesse. Che i principi non sono prese di posizione ma componenti essenziali del proprio essere.

  • “Sono il buono e il cattivo”. Anche musicalmente?

Assolutamente si. Lo sono in tutto. Chi mi conosce lo sa. Dipende dai condizionamenti esterni per lo più. Anche per strada. Quando dico “mettevo etica anche tra i ladri” intendo esattamente questo.

  • “Tu (A mia figlia)” è, ovviamente, molto personale. È stato scritto di getto o ha avuto una stesura lunga e complessa?

10 minuti per scaricare almeno 2 anni di pensieri.

  • “L’amore è una lama che brilla”. Al momento preferiresti tagliarti pur di vedere il suo splendore o rinunciare alla sua bellezza per non soffrire?

Mi ci taglio costantemente. L’amore è al centro della mia esistenza.

Intervista di Matteo Pinamonte.

PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATI:

RapAdvisor.it

Rapadvisor Instagram

Tags:

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *